5 CONTINENTS EDITIONS
 
SHARE

Isamu Noguchi | Qi Baishi | Beijing 1930

A cura di Kenneth Wayne
Prefazione di Jenny Dixon e Joseph Rosa
Prefazione di Alexandra May
Testi di Britta Erickson, Natsu Oyobe, Kenneth Wayne, Jo-Anne Birnie Danzker, Lang Shaojun e Bert Winther-Tamaki

Nel 1930 Isamu Noguchi – americano di origine giapponese, scultore, architetto, paesaggista, designer industriale e scenografo, allora agli inizi della sua carriera – intraprese un viaggio in Oriente, verso il Giappone, via la transiberiana e si fermò sei mesi a Pechino, dove incontrò il famoso calligrafo cinese Qi Baishi e studiò sotto la sua direzione. In linea con la tradizione dei pittori cinesi, Qi s’ispirava agli artisti del passato, ma apportava a questa forma d’arte antica un tocco di freschezza e spontaneità. La sua pennellata dinamica, pronta a cogliere soggetti della vita di tutti i giorni e paesaggi naturali, la sua arte della calligrafia e il suo talento d’incisore di sigilli fecero di Qi un artista ammirato.

Noguchi trascorse poco tempo con Qi e non tornò più in Cina, ma questa esperienza ha segnato per sempre la sua visione creativa. Gran parte delle sue sculture della maturità – considerate dal “New York Times” pietre miliari nell’arte del XX secolo, “pietre radicate e giardini di meditazione che creano un ponte tra l’Oriente e l’Occidente” – dimostrano il debito artistico verso la cultura e l’arte cinese.

Questo libro raccoglie per la prima volta le opere dei due artisti. La mostra e il catalogo presentano circa sessantacinque pezzi: disegni di Noguchi e calligrafie di Qi, provenienti da collezioni pubbliche e private tra cui la Isamu Noguchi Foundation and Garden Museum di New York. Vi si ammirano il sigillo personale di Noguchi, inciso per lui da Qi Baishi, così come le immagini di paesaggi e siti storici visitati da Noguchi stesso. I suoi disegni, che ad oggi non sono mai stati oggetto di una mostra, evocano un’osservazione attenta delle eccezionali doti di Qi ma anche una grande padronanza del pennello nei colpi audaci e nelle linee ispirate, e l’uso sapiente dello spazio vuoto.

Kenneth Wayne è esperto di scultura moderna. Ha studiato alla Stanford University (Ph.D.) e al Courtauld Institute of Art, University of London (Master of Arts). È curatore consulente del Noguchi Museum.
Jenny Dixon è direttrice del’Isamu Noguchi Foundation and Garden Museum, New York.
Giuseppe Rosa è direttore dell’University of Michigan Museum of Art.
Alexandra May è consulente in conservazione a Portland, Maine.
Britta Erickson è ricercatrice indipendente a Palo Alto, California.
Natsu Oyobe è curatore associato del dipartimento d’arti asiatiche al University of Michigan Museum of Art.
Jo-Anne Birnie Danzker è direttrice del Frye Art Museum di Seattle.
Lang Shaojun è direttore del laboratorio di ricerca sulle belle arti dell’Institute of Fine Arts, Chinese Academy of Arts di Pechino. 

Lingua : ING

Dimensioni : 23 x 28 cm

Pagine : 144

Rilegatura : brossura con alette

Illustrazioni : 75 illustrazioni a colori

ISBN : 978-88-7439-639-9

Mese | Anno di pubblicazione : Marzo 2013

Prezzo : 30,00 €

Scarica PDF

Prezzo: € 30,00

Suggeriti dall'editore